Area myBM
Username Password  
Non ricordi i tuoi dati?
Non hai un account? Crealo!
   Benvenuti in Banconote Mondiali.it: il tuo portale sulla Numismatica!!! Facebook | Twitter | MySpace
GEN
2
  John Law, colui che inventò la banconota
“Non sento parlare d'altro se non di milioni. Law è un dio, un furfante o un ciarlatano che avvelena se stesso con la droga che distribuisce a tutti?”. Così Voltaire, scrittore e filosofo francese (1694-1778), parla di John Law, uno dei maggiori finanzieri del 1700 e l'ispiratore di uno dei primi esperimenti di emissione di moneta cartacea, che si concluse con un risultato catastrofico.
John Law nacque ad Edimburgo, in Scozia, nel 1671 ed ebbe una vita avventurosa. Figlio di un facoltoso banchiere ed orafo e di una benestante signora della buona società, Law venne educato e istruito privatamente; sin dai primi anni di studio dimostrò una certa predisposizione per la matematica. Terminati gli studi, frequentò i migliori salotti di Edimburgo, nei quali si fece notare sia come fortunato giocatore d’azzardo, sia come conquistatore di donne. Dai quattordici ai diciassette anni lavorò nella banca del padre fino alla morte di quest’ultimo; subito dopo si trasferì a Londra, dove mise in pratica i suoi studi matematici che gli avevano permesso di creare alcuni sistemi basati sul calcolo delle probabilità, che gli consentirono di vincere grandi somme al gioco dei dadi e al “Faraone”, gioco di carte del 1600. Molti erano convinti che Law barasse e forse, proprio per una questione di gioco, si scontrò in un duello mortale con un certo Edward Wilson, il cui decesso fece finire in carcere Law. Riuscì ad evadere, ma da allora dovette vagabondare per l’Europa, continuando però a giocare e ad aumentare la sua ricchezza. Dopo aver vissuto in Francia, Olanda, Germania, Italia ed Ungheria, ritornò in Scozia dopo dieci anni di esilio e qui, nel 1705, pubblicò le sue idee anticonformiste nel libro “Money and Trade Considered: With a Proposal for Supplying the Nation with Money”. In quegli anni la moneta metallica era difficilmente reperibile in termini di quantità e qualità ed infliggeva forti restrizioni al commercio. Le banconote, emesse e gestite da una banca pubblica, erano invece creabili in quantità notevolmente superiori e potevano rimuovere i rigidi freni imposti dall’offerta insufficiente di metalli preziosi. Scrisse Law: “La potenza e la ricchezza di una nazione consistono nel numero di persone e di riserve di beni interni ed esteri, e le riserve di beni a loro volta dipendono dal mercato e il mercato dipende dalla moneta. Ma solo la banconota cartacea, creata dalla banche, assicura un’offerta sufficiente di moneta; da questa moneta le persone trovano un’occupazione, il paese si sviluppa, la produzione avanza, il commercio interno ed estero si espande, infine la potenza e la ricchezza si consolidano". Nel 1714 Law emigrò in Francia, dove acquistò un grande palazzo a Parigi e incominciò a cercare il modo migliore per investire i suoi sostanziosi capitali. Le sue idee rivoluzionarie, respinte nel suo paese, furono ben accolte dal duca d’Orleans: infatti, in seguito alla riforma fiscale di Richelieu, Mazarin e Colbert, alla costosa guerra e ai grandi sfarzi di Luigi XIV e della sua Corte, la Francia era fortemente indebolita da un alto debito pubblico. Sostenendo la teoria secondo la quale lo stato dovrebbe incrementare le proprie scorte auree e che la ricchezza di una nazione dipendeva unicamente dalla circolazione della moneta, che andava aumentata in continuazione, Law propose di sostituire la moneta metallica con quella cartacea: una sostanziosa circolazione di moneta cartacea avrebbe stimolato l'economia. Il duca d’Orleans, sommerso dai debiti, non ci pensò su due volte e accettò la proposta di Law che, intuiti i benefici dell’attività creditizia delle banche, fondò la Banque Génerale, che emetteva biglietti e che, divenuta nel 1718 Banque Royale, ottenne la gestione del debito pubblico francese. In questo modo la carta moneta poteva rimpiazzare le monete correnti, il luigi d'oro e lo scudo d'argento, in cambio di depositi in metalli preziosi. Law stesso accumulò un’ingente fortuna, al punto che, dopo la sua conversione al cattolicesimo di Roma, fu nominato ministro di Francia. Dopo circa due anni dalla prima emissione di banconote, Law fondò la Compagnia del Mississippi acquisendo il diritto esclusivo di avere rapporti commerciali tra Francia e Louisiana per poi convincere un gran numero di investitori a comprare le azioni emesse dalla compagnia con la carta moneta emessa. Il finanziere scozzese divenne l'uomo più ricco d'Europa e anche gli investitori del Mississippi divennero ricchissimi. Ma nel 1720 le perdite delle iniziative coloniali della Compagnia causarono sfiducia negli investitori che gli voltarono le spalle e convertirono le banconote ricavate dalle vendite delle azioni in monete di metallo. Ciò portò al fallimento della Banque Royale e della stessa Compagnia delle Indie e all’inevitabile risultato che la moneta messa in circolazione da Law era ormai solo carta straccia. Voltaire, a questo proposito, disse: “Finisce così il sistema della carta moneta, che ha arricchito un migliaio di pezzenti e ha impoverito centinaia di migliaia di galantuomini”. Infatti la Francia si ritrovò nel pieno di una crisi economica che mandò in miseria più di mezzo milione di persone mentre Law, sfuggito a stento al linciaggio, dovette abbandonare la Francia. Il paese ritornò all'antico sistema delle monete metalliche e solo ottant'anni dopo le banconote ripresero a circolare. Fino all’ultimo Law sperò di poter tornare in Francia, grazie all’appoggio di Filippo d’Orleans, ma la morte di quest’ultimo fece spegnere tutte le sue speranze. John Law morì in miseria a Venezia nel 1729.
“L’uomo che inventò il denaro”, come veniva definito Law al suo tempo, commise un errore grossolano, cioè quello di credere di poter aumentare la ricchezza di un paese con l’emissione di carta moneta senza i limiti necessari a garantire una sana attività creditizia. Ma nonostante la fine rovinosa del suo sistema si guadagnò una reputazione anche come teorico dell’economia.
Come John Locke, filosofo e pensatore politico inglese (1632–1704), Law difese la teoria della domanda e dell’ offerta e trattò il valore della moneta come un singolo caso specifico della teoria generale del valore. Distinguendo tra valore d’uso e valore di scambio, Law sottolineò che i beni possiedono un loro valore intrinseco, valore che è determinato dalla maggiore o minore quantità disponibile in proporzione alla quantità richiesta. Il finanziere scozzese illustrò questa teoria servendosi del paradosso dell’acqua e del diamante, cioè dell’elevato valore d’uso e basso valore di scambio nel caso dell’acqua, e della situazione diametralmente opposta nel caso del diamante. Questo esempio venne adottato anche da Adam Smith, economista e filosofo scozzese (1723-1790) che utilizzò questo paradosso per dimostrare l’irrilevanza del valore d’uso nella determinazione del valore di scambio, mentre Law lo impiegò per evidenziare che la scarsità di un bene ha un’influenza diretta sul suo valore, che non dipende dal valore d’uso, ma piuttosto dall’intensità della domanda in relazione alla quantità di beni disponibili per soddisfarla. Nel 2000 la scrittrice britannica Janet Gleeson ha pubblicato un libro dedicato alla vera storia di John Law intitolato “L' uomo che inventò il denaro”, che tratta della vita avventurosa dell’uomo che fece arricchire la Francia per poi farla ripiombare nella crisi.

 
 
 
 
 
 
 
News
Tutte le notizie sulle banconte e monete riguardo il mondo della numismatica.
Nuove emissioni
Raccolta di articoli riguardo tutte le nuove emissioni internazionali di banconote e monete.
Collezione Gulden
Ammira la collezione nazionale ed internazionale di banconte e monete di Gulden.
Collezioni utenti
Guarda tutte le collezioni dei nostri utenti registrati. Registrati e crea la tua collezione in pochi click.
Un pò di storia
Leggi la storia dettagliata e le curiosità sulla nascita e l'utilizzo della moneta e della banconota.
Personaggi storici
Scopri chi sono i personaggi storici che si celano dietro ogni banconta e moneta.
Curiosità
Tutte le curiosità più strane, divertenti, assurde sul mondo delle monete e delle banconote.
Plastificate
Sezione dedicata a tutte le banconte plastificate che sono in circolazione nel mondo.
Commemorative
Ammira le monete commemorative emesse per ricordare personaggi o eventi.
Eventi
Scopri i luoghi e le date degli eventi nazionali: convegni, mostre e aste sul mondo numismatico.
Riviste
Sezione dedicata alla riviste che trattano l' argomento banconote e monete.
Banknotes Art - Test Note
Esposizione di Banknotes Art e delle Test Note.
 
 
 
 
Albo dei venditori
Iscriviti all'albo ufficiale dei venditori di banconote e monete di BM.it per farti conoscere nella rete.
Catalogo mondiale
Visita il catalogo mondiale delle banconote. All'interno troverai le nostre valutazioni.
Inserisci la tua collezione
Registrati e inserisc in modo facile la tua collezione di banconote e monete in pochissimi click.
Account myBM.it
Registrati e crea il tuo nuovo account con BanconoteMondiali.it per usufruire di tanti servizi.
Forum
Apri argomenti e discuti con gli altri utenti ed esperti sul mondo della numismatica.
Chat
Zona del sito per chiacchierare in compagnia di altri collezionisti di BanconoteMondiali.it
BM sul tuo cell e palmare
BanconoteMondiali.it ora è può essere visitato anche tramite cell e palmare.
Sondaggi
Qui puoi dare la tua opinione su alcuni sondaggi creati dallo staff riguadanti la numismatica.
Concorsi
Scopri i concorsi banditi da BM.it. In palio ci sono stupendi regali per tutti i collezionisti.
Contatti
Scrivi al nostro staff per consigliare, parlare e informare su nuovi eventi o notizie di numismatica.
Collaborazione
In questa sezione puoi informati per diventare nostro collaboratore per arricchire questo portale.
Pubblicità sul portale
Inserite la vostra pubblicità sul nostro portale per farvi conoscere in tutta la rete.
 
 
 
 
Abbreviazioni
Le abbreviazioni più comuni che si scovano nei testi e nei cataloghi di numismatica.
Conservazione
Sezione dove sono riportate le diciture e le abbreviazioni riguardo la conservazione dei vari paesi.
Datazione
Descrizione delle varie datazioni e calendari del mondo per identificare al meglio le banconote e monete.
Valute del mondo
In questa sezione sono riportate tutte le valute del mondo e loro sistema monetario.
Guida all'euro
Conoscere le utime uscite, le date, la reperibilità e le raffigurazioni sulle monete in euro.
Stemmi
Riconoscere gli stemmi dei paesi e delle loro banche che compaiono sulle banconote e monete.
Note speciali
Argomenti con note speciali che riguardano tutto il mondo numismatico.
La stroria del...
Ripercorrere, tramite le fonti, la storia di tante banconote e monete di molto tempo fa.
Descrizione banconta
Leggi la descrizione dettagliata delle varie parti di una banconota per meglio riconoscerla.
Descrizione moneta
Leggi la descrizione dettagliata delle varie parti di una moneta per meglio riconoscerla.
Descrizione euro
Leggi la descrizione delle banconote in euro e scopri molte curiosità su di esse.
Mappa del sito
Ricercare i contenuti del nostro portale in maniera sequenziale e ordinata.
 
Copyright © 2002-2017 Banconote Mondiali.it. All rights reserved.
I nostri prodotti - Privacy & Cookies - Powered by Eureka Studio